La pillola anti Covid: la società produttrice del vaccino Pfizer annuncia la distribuzione del nuovo farmaco sul mercato per l’autunno 2021

Advertisement

La società statunitense Pfizer prevede di lanciare sul mercato un nuovo farmaco per arginare la pandemia entro l’autunno 2021: la pillola anti Covid. L’azienda farmaceutica statunitense ha reso noto di essere al momento impegnata su un’alternativa al vaccino: una pillola che potrebbe arrivare sul mercato a breve termine. Si tratta di una compressa da poter assumere a casa per prevenire un decorso grave della malattia.

“Abbiamo sviluppato PF-07321332 come potenziale terapia orale che può essere prescritta nelle prime fasi di un’infezione senza la necessità di ricoverare i pazienti o in un’unità di terapia intensiva”- ha spiegato la società farmaceutica Pfizer.

Il farmaco PF-0321332 al momento è in fase di sperimentazione, come precisato dal capo della Pfizer Albert Bourla all’emittente televisiva americana CNBC, che ha illustrato anche che la prima fase di test della pillola anti Covid è partita a marzo. Prima della distribuzione sul mercato, il farmaco sarà sottoposto a diversi test di sperimentazione. La società statunitense Pfizer dovrebbe rivelare ulteriori informazioni nel corso dei mesi estivi, anche se si è detta fiduciosa di prevedere il lancio sul mercato per l’autunno 2021.

Leggi anche: Il farmaco Remdesivir diventa dieci volte più potente contro il Covid in combinazione con i farmaci per l’epatite C: lo rivelano studi clinici

Il farmaco è attualmente sottoposto alla fase clinica I dello studio: in questa fase si deve testare la tolleranza e la sicurezza del farmaco su adulti sani negli Stati Uniti. Secondo Pfizer, i risultati dovrebbero essere pubblicati alla fine di maggio. Si passerà poi allo studio clinico di fase II che consisterà nel testare il farmaco su persone infette da Covid-19. Se la seconda fase avrà successo, seguirà lo studio di fase III: una sperimentazione internazionale per raccogliere informazioni precise sulla tolleranza della pillola anti Covid della Pfizer.

La pillola anti Covid della Pfizer

La pillola anti Covid della Pfizer

Secondo la società produttrice, il farmaco sta già dimostrando un alto livello di efficacia contro il virus, almeno dai dati di laboratorio. Se si confermerà un farmaco sicuro ed efficace nella terza fase dello studio, spetterà all’agenzia farmaceutica analizzare il presidio medico e decidere su un’eventuale approvazione.

L’azienda farmaceutica statunitense con questa sperimentazione ha cercato di fare affidamento su un agente antivirale che si basa su un principio attivo appartenente al gruppo degli inibitori della proteasi. Questi principi si impiegano da tempo per trattare altre malattie virali come l’HIV e l’epatite C.

Pfizer sta lavorando anche sul principio attivo PF-07304814 che dovrebbe essere somministrato per via endovenosa ai pazienti Covid negli ospedali. A differenza della pillola anti Coronavirus, questo eccipiente viene somministrato ai pazienti con malattie gravi, ma ad oggi non si conosce quando questo farmaco sarà disponibile sul mercato. Oltre a Pfizer, anche la società svizzera Roche e la società farmaceutica statunitense Atea Pharmaceuticals stanno lavorando insieme per sviluppare un farmaco contro il virus.

Leggi anche: Come curare il Covid a casa, per ridurre il ricovero in ospedale: uno studio spiega come combattere la prima fase dell’infezione

Negli USA, i medici hanno scelto di fare affidamento sulla somministrazione di farmaci anticorpali contro il Covid-19, come dimostra lo sviluppo della pillola anti Covid. Accanto alla pillola anti Covid della Pfizer, si sta sviluppando anche il farmaco AT-527 che assicura una maggiore protezione contro i casi gravi, anche questo farmaco è atteso sul mercato per l’autunno del 2021.

Advertisement
Condividi: