6 consigli utili che aiutano a combattere la ritenzione idrica

Per combattere la ritenzione idrica sono di grande aiuto questi 6 consigli da seguire alla lettera ogni giorno

Combattere la ritenzione idrica è una preoccupazione che affligge molte donne. La problematica è dovuta all’accumulo di fluidi nel corpo e si manifesta con un gonfiore generale che interessa in particolare: le articolazioni, le gambe, i piedi.

Diversi fattori possono causare il ristagno di fluidi nelle zone predisposte all’accumulo di grasso.

Il segno principale della ritenzione idrica è l’edema, una conseguenza dell’accumulo di liquidi nei tessuti che determina un anomalo rigonfiamento.

Per l’alterata circolazione venosa e linfatica, i liquidi ristagnano e le tossine finiscono per peggiorare il metabolismo cellulare. A questo segno si aggiunge spesso un aumento di peso significativo ed inspiegabile.

Tra le cause che portano allo sviluppo di tale condizione si segnala un consumo di acqua insufficiente. Infatti per evitare e combattere la ritenzione idrica è importante bere la quota consigliata di acqua al giorno, ossia minimo un litro e mezzo.

Così si aiuta il corpo a funzionare correttamente, ma è importante anche bere acqua al momento giusto se si vuole dimagrire (per approfondire l’argomento si rimanda qui).

Anche una dieta che prevede un consumo eccessivo di sale causa la ritenzione idrica. Tra gli altri fattori responsabili della problematica ci sono: l’inattività fisica, il calore, l’assunzione di alcuni farmaci.

Per combattere la ritenzione idrica e la cellulite sono di grande aiuto dei consigli efficaci da seguire ogni giorno che alleviano la sensazione di gonfiore.

Come combattere la ritenzione idrica

Come combattere la ritenzione idrica

Ridurre il sodio

Il primo consiglio dei medici per sconfiggere la ritenzione idrica in modo efficace è quello di evitare di consumare troppo sale ossia cloruro di sodio.

Il sodio svolge un ruolo centrale nel mantenimento dell’equilibrio di idratazione del corpo. Infatti il suo compito è regolare il livello di sale nei fluidi interni e di sostenere le funzioni degli enzimi.

Diversi studi hanno dimostrato che un eccesso sodio provoca la ritenzione di liquidi nel corpo, perché attira molecole di acqua all’interno delle cellule.

Quindi è bene consumare il sale con moderazione in cucina. Si deve evitare di aggiungere troppo sale nelle pietanze ed evitare i cibi ricchi di sale, primi tra tutti: insaccati, cibi trasformati, cibi in scatola.

Aumentare l’assunzione di magnesio

Nella dieta per combattere la ritenzione idrica alle gambe è fondamentale integrare un minerale come il magnesio.

Secondo uno studio pubblicato su Journal of Women’s Health, si sottolinea che assumere 200 mg di magnesio al giorno riduce i sintomi della sindrome premestruale. E tra questi sintomi figura la ritenzione idrica.

Si consiglia quindi di integrare nella dieta quotidiana degli alimenti che contengono una grande quantità del minerale. Ad esempio si suggeriscono: spinaci, piselli, cereali integrali, noci.

Aumentare il consumo di vitamina B6

Oltre al magnesio si consiglia anche l’assunzione di vitamina B6: una vitamina solubile in grassi presente in molti alimenti.

Anche in questo caso si tratta di una sostanza efficace contro i sintomi della sindrome premestruale. Come rivelato da uno studio pubblicato sul Journal of Caring Sciences.

L’indagine svolta su due gruppi di donne ha rivelato che la vitamina B6 permette di ridurre il fenomeno della ritenzione idrica, se si assume prima dell’arrivo delle mestruazioni. La vitamina B6 si trova in alimenti quali: le banane, le patate, la carne, le noci.

Mangiare più cibi ricchi di potassio

Anche un minerale come il potassio è utile al nostro corpo, visto che favorisce la riduzione dei livelli di sodio nel sangue e stimola l’aumento del volume di urina.

In questo modo il minerale aiuta a mantenere l’equilibrio osmotico delle cellule e contrasta l’ipertensione. Il potassio si trova soprattutto in: cavoletti di Bruxelles, patate, barbabietole, albicocche, banane.

Evitare gli zuccheri raffinati

Lo zucchero è deleterio non solo per la linea ma anche per la salute. Gli alti livelli di zucchero nel sangue sono i responsabili di diabete e di sovrappeso.

Inoltre, l’eccesso di zucchero provoca un aumento dei livelli di insulina, che a sua volta provoca ritenzione di sodio. Così il sodio causa il prelievo di molecole d’acqua da parte delle cellule del corpo. Si deve dunque limitare il consumo di: zucchero, dolci, prodotti derivati da farina bianca.

Assumere rimedi naturali come il dente di leone

Il dente di leone o tarassaco è utile per combattere la ritenzione idrica e la cellulite per il suo effetto diuretico. Infatti aiuta a drenare i fluidi in eccesso nel corpo.

Si consiglia di bere un infuso di foglie di dente di leone per aumentare la produzione di urina. Si possono bere due a tre tazze al giorno, ma il consumo di tarassaco è sconsigliato a chi soffre di calcoli biliari.

24Salute.com è su Google News, se vuoi essere sempre aggiornato con le nostre notizie
Back to top button