Dieta anticancro: come funziona e quali benefici assicura un sano regime alimentare nella prevenzione contro i tumori

Advertisement

Per prevenire i tumori è essenziale seguire delle sane abitudini a partire da un’alimentazione equilibrata  in linea con le raccomandazioni di Wcrf (Fondo Mondiale per la Ricerca sul Cancro) che suggerisce di seguire una vera e propria dieta anticancro.

Secondo le linee guida di Wcrf è fondamentale ridurre il consumo di carni rosse optando per un maggiore consumo settimanale di cereali integrali, legumi, frutta e verdura; inoltre è bene ridurre le bevande zuccherate e quelle alcoliche.

Una dieta sana e bilanciata si deve poi abbinare ad una costante attività fisica che permette di mantenere sotto controllo il peso.

I dati statistici relativi agli ultimi anni sono allarmanti: oggi ci si ammala con maggiore incidenza di tumore soprattutto nei Paesi Occidentali. Si stima che ogni anno nel mondo si contano 10 milioni di malati di cancro, e che almeno il 30% di loro con la giusta prevenzione potrebbe evitarlo.

Leggi anche: 8 super alimenti utili per prevenire il cancro e che non dovrebbero mai mancare sulla nostra tavola

La prevenzione contro il cancro passa anche attraverso l’alimentazione, per questo si suggerisce di seguire con accortezza i consigli della dieta anticancro. La prima raccomandazione principale è quella di ridurre il consumo di proteine animali cambiando abitudini alimentari in modo graduale puntando sul biologico e la stagionalità.

In questo modo si adotta uno stile di vita vantaggioso per la salute in un’ottica di prevenzione delle malattie.

la Dieta anticancro

Le raccomandazioni alla base della dieta anticancro

Il regime alimentare ideale per tutelare la salute, e così prevenire il cancro include principalmente le proteine di origine vegetale, derivanti da verdura di stagione non amidacee, ma anche da legumi, cereali integrali e frutta.

La dieta anticancro suggerisce anche di fare attenzione a scegliere prodotti della terra di stagione e provenienti da un tipo di agricoltura biologica. Il suggerimento dei nutrizionisti è quello di consumare almeno 5 porzioni al giorno di frutta e verdura per un totale di circa 600g.

Un esempio tipo di menù antitumorale prevede una colazione a base di pane integrale, marmellata senza zucchero e una tazza d’orzo non dolcificato. Come spuntino mattutino si consiglia di consumare della frutta fresca di stagione per arrivare all’ora di pranzo non affamati.

A pranzo è bene puntare su cereali integrali (pasta, riso, orzo, farro), legumi (ceci, fagioli, piselli, lenticchie, soia) e verdura. Invece a cena si raccomandano zuppe a base di verdure da abbinare a pesce, che andrebbe consumato almeno 2 volte a settimana; come pasto alternativo si suggeriscono minestre ed insalate a base di legumi.

Leggi anche: 10 alimenti tossici che possono causare il cancro e altre serie patologie

Un alimento strategico nella dieta anticancro è il riso integrale in quanto cereale equilibrato che assicura una buona fonte di proteine e di minerali (silicio, fosforo, potassio, magnesio) a cui si somma una preziosa quota di fibra grezza, senza trascurare la quota di vitamine del gruppo B.

Si tratta di un toccasana per il nostro intestino ma anche di un alleato che favorisce le funzioni metaboliche e che consente di tenere sotto controllo la pressione sanguigna ed il colesterolo. In più, il riso integrale vanta un potente effetto antinfiammatorio utile nel caso della fase acuta di una malattia.

Si deve poi fare attenzione ai prodotti a base di farina, come suggerisce la dieta anticancro che invita a preferire le farine integrali o semi integrali evitando invece i tipi 0 e 00.

I più golosi possono concedersi un piccolo strappo ogni tanto gustando un quadretto di cioccolato fondente, con una percentuale di cacao superiore al 75%.

Advertisement
Condividi: