Cervicalgia: esercizi per il dolore cervicale

Quali esercizi possiamo utilizzare per lenire il dolore cervicale?

La cervicalgia è un dolore che può provocare fastidi davvero tutto l’anno. Non basta la stagione estiva per risolvere il dolore cervicale: condizionatori e umidità sono in agguato. Per questo abbiamo scelto di consigliarvi alcuni esercizi per il dolore cervicale.

La cervicalgia è un dolore che solitamente si origina a partire da una infiammazione cervicale, nelle vertebre del collo. Queste vertebre sono molto importanti perché sostengono la nostra testa. I dolori cervicali non sono un fenomeno raro, e colpiscono molte persone.

Spesso questi dolori cervicali nascono anche a seguito di una postura errata, diversa quindi da quella corretta che dovremmo tenere a partire dal collo e verso la testa. Gli esercizi per i dolori cervicali spesso servono proprio a far sì che la postura torni a essere corretta, agendo sui muscoli del nostro collo.

I muscoli infatti non sono compartimenti stagni divisi tra loro, ma sono dei veri e propri tiranti che tengono in equilibrio il nostro corpo, sostenendo il movimento e facendo sì che avvenga in maniera corretta. Con gli esercizi per alleviare il dolore cervicale si può lavorare proprio su questo.

Esercizi per il dolore cervicale

Iniziamo con il dire che questi esercizi richiedono una esecuzione lenta, senza provocare ulteriori traumi sul nostro collo. Se è vero che l’efficacia nell’immediato è chiaramente limitata, è anche vero che, se parte di una routine giornaliera, questi esercizi possono aiutare davvero molto, agendo in maniera costante su quella che è un’area davvero molto sensibile.

Esercizi per la cervicale: alcuni esempi

Vediamone alcuni, davvero semplici e che non richiedono alcuna attrezzatura: l’unico attrezzo di cui avrete bisogno è il vostro corpo!

Il primo esercizio può essere fatto ovunque, anche sul luogo di lavoro: spostare la testa a sinistra e a destra, alternatamente, utilizzando il collo come asse. La testa perciò si muove seguendo il movimento del collo, una sorta di peso che il collo utilizza per compiere l’esercizio. Fatelo con estrema calma e senza velocità.

Il secondo esercizio è leggermente più complesso, per cui va eseguito con attenzione. Troviamo di nuovo una flessione del collo, a cui va associato un movimento delle braccia e delle spalle. Nel momento in cui piegate il collo verso destra, infatti, prendete con la mano destra il braccio sinistro, e tiratelo leggermente mettendo quindi in tensione i muscoli di questo lato del corpo, tra cui spalla e trapezio. Dopo aver tenuto la posizione per trenta secondi circa ripetete il tutto dall’altro lato.

Proseguiamo con gli esercizi per il dolore della cervicale e del collo. Flettiamo anche in questo caso il collo, sia a destra che a sinistra, alternando il movimento. Rispetto al primo esercizio cerchiamo di mantenere la tensione del collo tenendo la testa, spingendo verso il basso, con la mano dal lato verso cui stiamo flettendo il collo (se flettiamo a sinistra utilizziamo il braccio sinistro e simmetricamente dall’altro lato).

Questo genere di colore non cattura solamente il collo, ma anche altre parti del corpo. Per questo si tratta di esercizi per dolore cervicale e per la spalla, come possiamo vedere da quest’ultimo esercizio, in cui avviene una circonduzione completa della nostra testa, agendo perciò su tutta l’area superiore e in comunicazione con il collo. Ricordate quindi di fare ampie circonduzioni, cercando di restare rilassati e cambiando il senso della circonduzione a ogni giro.

Cervicalgia questione di postura

Cervicalgia: solo questione di postura?

Attenzione: il dolore cervicale non dipende solo dalla postura, anzi, possono esserci davvero molti motivi dietro l’insorgere di questo tipo di problematica. Non va perciò sottovalutata, e ricorrere a uno specialista, consultando il medico di base e lasciandosi consigliare, è una delle scelte migliori in questo ambito.

Spesso infatti un dolore di questo tipo può essere affrontato per tempo, soprattutto se sopraggiunge in giovane età: cercare di lavorare sulla cervicalgia attraverso esercizi e muscoli può fare la differenza dopo anni dall’insorgere di questi stessi dolori. Non parliamo di fisioterapia, quanto di un percorso di tipo riabilitativo, che operi sui muscoli per migliorare la nostra situazione fisica.

Questo perché, come detto poche righe fa, i dolori cervicali possono presentarsi per problemi diversi dalla semplice postura, come traumi (basti pensare al colpo di frusta di un incidente stradale), ma anche a causa della tensione che può operare sul nostro corpo un eccessivo stress o stati di ansia. Il tutto senza dimenticare anche delle vere e proprie patologie, come la artrosi cervicale, una malattia degenerativa che colpisce proprio queste vertebre così importanti.

Da questo punto di vista è utile iniziare a considerare il nostro corpo come una struttura composta da tante aree, dove ognuna è comunicante con le altre e dove non esiste una suddivisione così netta come potremmo immaginare: il vecchio detto mens sana in corpore sana è davvero un perfetto slogan per un corpo equilibrato, a partire dalla nostra mente.

24Salute.com è su Google News, se vuoi essere sempre aggiornato con le nostre notizie
Back to top button