Frutta estiva – I benefici della frutta della bella stagione

L'arrivo dell'estate porta con sé tanta frutta sulle nostre tavole

Ammettiamolo: l’estate trasforma la nostra tavola in un paradiso di piaceri per il nostro palato! La frutta estiva è tra questi, riuscendo a coniugare la genuinità a gusti piacevoli e sfiziosi. Cocomero, pesche, melone e molto altro sono protagonisti di pasti in tutta la nostra penisola!

Quali sono i benefici della frutta estiva? Prima di farlo, dedichiamoci a scoprire (o riscoprire) questi alimenti, spesso frutta esotica con nomi difficili da ricordare!

Frutta estiva: cosa troviamo in tavola in estate?

Tra i grandi classici troviamo tanta frutta tipica della nostra tradizione. Qualche nome? Anguria, melone, pesche, albicocche, susine. I mercati di paese e i supermercati sono davvero una esplosione di colori, profumi e fragranze, trasformando la nostra spesa in un piacevole viaggio nel gusto. Viaggio nel gusto che può trasformarsi anche nella preparazione di una ottima torta di frutta estiva, sfruttando al massimo la frutta di stagione!

Non manca frutta esotica con nomi e immagini che rimandano a terre lontane, misteriose, luoghi a metà strada tra vacanze da sogno e avventure inimmaginabili. Tra questi spicca la presenza del Frutto della Passione, chiamato anche Maracuja, o il kumquat e il mangostano. Sapori particolari, ma in grado di solleticare il nostro gusto in queste calde giornate estive!

Benefici per il nostro corpo

Benefici per il nostro corpo

Il grande vantaggio che accomuna la frutta estiva è la capacità di reintegrare i sali minerali, aiutando anche a restituire liquidi al nostro corpo. Durante le afose giornate estive, infatti, non è strano perdere molti liquidi attraverso la sudorazione, con anche un calo dei sali minerali all’interno del nostro corpo. La frutta diventa così un importante alleato nel sostenere l’equilibrio del nostro organismo.

Può così trasformarsi in un pasto ideale, veloce, fresco, piacevole. Colazione, pranzo, merenda, cena: ogni pasto della giornata può giovare della presenza della frutta tipica della bella stagione. Persino nelle nostre uscite serali non è raro scegliere di dedicarsi a una bella macedonia, o una fresca fetta di cocomero.

E scendendo nello specifico? Quali sono i benefici dei singoli frutti?

Iniziamo con il melone. Questo frutto contiene al suo interno molto acqua, molto utile proprio per reintegrarla nel nostro organismo, e lo rende anche ideale per un effetto diuretico. Come elementi possiamo trovare potassio, calcio, fosforo, vitamina C e vitamina B3. Sembra abbia effetti benefici piuttosto globali, per le sue capacità antiossidanti. Ciò significa che può rivelarsi molto utile per l’invecchiamento della pelle, mentre il calcio rinforza le ossa e in generale aiuta l’equilibrio del nostro sistema nervoso.

L’anguria, chiamata anche cocomero, è forse il frutto più rappresentativo dell’estate, una vera e propria icona di questi mesi. Non è infatti inusuale, nel Belpaese, trovare rivenditori dedicati esclusivamente alle angurie, così come chioschi per il consumo in queste splendide serate estive. Ancora più del melone, l’anguria è composta prevalentemente di acqua, con un effetto diuretico decisamente notevole. Tra le sue vitamine troviamo A, B1, B2 e C, oltre a elementi come potassio, sodio, calcio e ferro.

Altra frutta tipica della nostra estate è la pesca, che contiene molta vitamina C. Tra i loro benefici ricordiamo il contrasto alla cellulite, l’efficacia contro la stitichezza e anche contro i calcoli renali. Ricordiamo anche che contengono una buona quantità di sali minerali, tra cui potassio, ferro e calcio.

Anche le ciliegie sono un alimento contenente sali minerali, oltre a vitamine come la A e la C. Da notare come sia presente anche un particolare zucchero, il levulosio, di originale naturale e facilmente consumabile. Utile anche per contrastare l’invecchiamento della pelle, con degli elementi che favoriscono la formazione di collagere.

Da non dimenticare le albicocche, ideali per la lotta al colesterolo, grazie alla presenza di betacarotene e licopene.

Back to top button