Intestino infiammato, la dieta ideale e gli alimenti da evitare

I consigli degli esperti per un problema sempre più diffuso

Sentiamo spesso parlare di intestino irritato, un disturbo sempre più diffuso che può causare problemi di salute più o meno gravi.

Eppure conosciamo tutti i grandi benefici che derivano a tutti noi dal tenere in ordine l’intestino.

Non solo una stile di vita più equilibrato e meno stressante, ma soprattutto la dieta aiuta l’intestino e consente di mantenere in ordine il nostro secondo cervello.

È infatti appurato come tutto il sistema immunitario e la salute in generale dipenda in larga parte dal benessere dell’intestino.

Vediamo allora insieme quali alimenti sono più indicati e quali, viceversa, dovrebbero essere ridotti se non proprio banditi.

Presentiamo una lista di suggerimenti utili per mantenere in salute il microbioma e prevenire così infiammazioni come il morbo di Crohn e la rettocolite ulceross. Disturbi che derivano da infiammazioni dell’intestino e da squilibri della sua flora batterica.

Intestino infiammato

Intestino infiammato, gli alimenti consigliati

La banana

È tra quegli alimenti che non deve mai mancare nella corretta dieta per mantenere sano il nostro intestino. Le banane ancora un po’ acerbe contengono infatti un amido capace di evitare infiammazioni e mantenere in salute il microbioma.

In generale una dieta ricca di frutta, verdura e cereali è il presupposto per avere cura del nostro secondo cervello.

Insieme alle banane ancora acerbe vediamo gli altri alimenti che non devono mai mancare.

Cereali

Nella loro versione integrale i cereali costituiscono il nutrimento essenziale del microbioma, aiutando a mantenere stabili i valori della glicemia ed evitando così impennate di zuccheri nel sangue.

Frutta secca

Noci, pistacchi, anacardi sono alimenti ricchi di fibre e vitamine ma, anche, di acidi grassi essenziali Omega 3. Fondamentali per ridurre le infiammazioni dell’intestino.

Olio extravergine di oliva

Questo alimento contiene vitamina E e grassi monoinsaturi che limitano fortemente le molecole che favoriscono le infiammazioni.

Pesce azzurro

Come la frutta secca anche il pesce azzurro é un alimento ricco di Omega 3, e grazie a questi grassi è possibile aiutare l’intestino a sviluppare la migliore risposta immunitaria del nostro organismo.

Spezie

Curcuma e zenzero non devono mai mancare nella dieta ideale per mantenere in salute il microbioma intestinale.

Con il suggerimento di evitare il pepe ed utilizzare al suo posto il curry dolce.

E quelli da evitare:

Tra gli alimenti da evitare in caso di intestino infiammato troviamo:
latte, latticini, gelato, dolcificanti, cibi in scatola, bevande gassate, carne conservata.

Tra le verdure che possono aumentare l’infiammazione troviamo i cavoli, i carciofi, le cipolle, rucola e cetrioli. Divieto anche per legumi e patate.

Escludere inoltre dalla propria alimentazione pesce, prugne, uva e pere, caffè e tè.

La dottoressa Mariangela Allocca, gastroenterologa del Centro malattie infiammatorie Humanitas, insieme alla collega Ambra Ciliberto ha scritto un piacevole libro intitolato “La dieta antinfiammatoria per l’intestino”.

Vediamo uno spunto di questa dieta utile al nostro intestino.

Colazione:
1 yogurt bianco, scremato e senza lattosio, + 3 gallette di riso con marmellata priva di zuccheri aggiunti

Spuntino:
1 banana

Pranzo:
5-6 polpette di grano saraceno + 1 piatto di carote e zucchine al forno con 1 cucchiaino di olio extravergine d’oliva

Merenda:
1 frutto di stagione

Cena:
E per finire nel menù che offre benefici al nostro intestino troviamo:
70 g di insalata di miglio + 75 g di alici al limone

Potrebbe inoltre interessarvi leggere: 

24Salute.com è su Google News, se vuoi essere sempre aggiornato con le nostre notizie
Back to top button