Proprietà e benefici dell’avena e come utilizzarla per abbassare il colesterolo e perdere peso

Il cereale si può mangiare a colazione o si può usare per preparare altre ricette, ma si può bere anche la sua acqua di cottura

Mangiare l’avena a colazione permette non solo di iniziare la giornata con una buona dose di energia e di nutrienti ma assicura altri benefici.

Si tratta infatti di un cereale che si può aggiungere a latte, yogurt oppure nel succo per usufruire delle sue proprietà. Meglio scegliere l’avena macinata oppure i fiocchi d’avena.

Per prima cosa il cereale svolge un’azione digestiva assicurata dalla ricca quantità di fibre. Mangiare l’avena a colazione aiuta a combattere la stitichezza ma anche l’acidità di stomaco.

Inoltre il cereale si consiglia se si vuole perdere peso. Perché alla quota di fibre si aggiunge quella di carboidrati a lento assorbimento. Dai quali dipende il senso di sazietà e quindi la tendenza a mangiare.

In più evita i picchi di zuccheri nel sangue, in sostanza è utile per tenere sotto controllo il diabete.

Inoltre è un alimento in grado di depurare il corpo. Infatti il cereale è una fonte preziosa di amminoacidi che stimolano la sintesi della lecitina nel fegato. Ne deriva un valido effetto detox su tutto l’organismo contribuendo così ad espellere le tossine ed i materiali di scarto.

In più, mangiare l’avena aiuta a depurare le arterie perché si favorisce l’eliminazione dei depositi di grasso e di colesterolo.

Di fatto il cereale vanta tra le sue principali proprietà quella di tenere sotto controllo il colesterolo cattivo (LDL). Allo stesso tempo quindi migliora la salute cardiaca.

Mangiare l'avena o bere la sua acqua

Mangiare l’avena o bere la sua acqua di cottura

Il cereale si può mangiare a colazione o si può usare per preparare altre ricette. Di solito si consuma per preparare minestre, zuppe, impanare la carne, condire le insalate.

Ma si può impiegare anche la sua acqua di cottura che vanta altre preziose virtù. Infatti bere l’acqua dell’avena è un rimedio naturale efficace per ridurre: il colesterolo, i trigliceridi, i livelli di zucchero nel sangue.

Ma questo toccasana aiuta anche a dimagrire, grazie al potere saziante ed alla regolazione del metabolismo.

Nell’acqua di cottura dell’avena tende a concentrarsi un alto tasso di beta-glucani, delle fibre solubili così si migliora anche la peristalsi intestinale. Inoltre è consigliato per prevenire le malattie cardiache.

La concentrazione di sali minerali, antiossidanti e vitamine previene l’invecchiamento precoce delle cellule. Per preparare l’acqua dell’avena servono:

Ingredienti

  • 1 tazza d’avena (100 g)
  • 3 tazze di acqua (750 ml)

Per preparare il rimedio si deve sempre applicare come rapporto delle proporzioni 3 parti di acqua ed una di avena. Basta portare ad ebollizione l’acqua e poi versare l’avena.

Si lascia cucinare per alcuni minuti, fino a quando il cereale non risulterà tenero. Dopo si filtra per tenere da parte il liquido da bere nel corso della giornata edulcorato con stevia o miele.

Per approfondimenti:

Back to top button