Sale himalayano, come utilizzarlo per eliminare muco, tossine e batteri dai polmoni

Come trattamento terapeutico il sale himalayano vanta potenti proprietà antibatteriche, antimicotiche ed antimicrobiche

Il sale rosa dell’Himalaya noto anche con il nome di sale himalayano è un sale puro, dotato di numerosi effetti benefici.

Per questo motivo si impiega comunemente non solo in cucina, ma anche come trattamento vantaggioso per la salute e per la bellezza, ed infatti è consigliato per uso cosmetico.

Le sue qualità si devono alla sua composizione naturale che conserva tutta la sua quota di principi, infatti non è soggetto a processo di raffinazione.

Quindi il sale himalayano, che deriva da miniere di sale formate dopo il processo di evaporazione dell’acqua di mare, non perde la sua composizione naturale.

Queste miniere saline sembra si siano formate circa 250 milioni di anni fa, in seguito all’evaporazione del mare. Le prime miniere di sale rosa si sono scoperte nel 350 a.C. in Pakistan, ma la sua estrazione ha avuto inizio a partire dal XVI secolo.

Infatti è una fonte molto ricca di principi attivi, contempla circa 80 elementi tra cui si rilevano anche diversi minerali che si trovano nello stesso corpo umano.

Quindi mette a disposizione del nostro organismo delle componenti fondamentali per la salute ed il benessere generale.

Dal punto di vista dei minerali, il sale himalayano conserva un’alta quota di elementi in uno stato ionico, questo vuol dire che sono abbastanza piccoli da essere facilmente assorbiti dal corpo.

Le qualità di questo sale marino fossile, estratto principalmente dalle miniere pakistane, sono ormai note in tutto il mondo.

Attualmente il sale hymalaiano viene esportato e commercializzato praticamente ovunque. Così anche in Occidente si apprezzano le sue virtù dapprima sfruttate soprattutto dalle popolazioni dell’Est Europa.

Infatti le sue numerose virtù terapeutiche si tramandano da secoli, già ai tempi degli antichi greci si hanno testimonianze della pratica dell’haloterapia, usata come terapia benefica per trattare i problemi respiratori.

Come inalare il sale himalayano

Come inalare il sale himalayano

Come trattamento terapeutico il sale ha potenti proprietà antibatteriche, antimicotiche ed antimicrobiche.

Quindi è un rimedio naturale efficace per trattare diversi tipi di malattie respiratorie tra cui: asma, tosse, allergie, congestione.

In particolare come trattamento si suggerisce di utilizzare il sale himalayano per eseguire delle inalazioni.

Ma per poterlo inalare in modo corretto si deve impiegare un inalatore specifico, e la sua efficacia si riscontra anche senza aggiungere acqua.

Si deve solo inserire una piccola quantità di sale himalayano nell’apposito inalatore e cominciare ad inspirarlo respirando in modo del tutto normale.

Con questo trattamento naturale si potrà così beneficiare di tutta la concentrazione dei minerali contenuti nel sale, che verranno assorbiti dal corpo.

Dopo questo step, i preziosi elementi minerali saranno immessi nel flusso sanguigno. Come risultato si potrà dare sollievo alle infiammazioni a carico dei polmoni.

Ma allo stesso modo si potranno trattare le affezioni a carico delle respiratorie quali: infezione, congestione, catarro, muco.

Il sale rosa può essere utilizzato anche per preparare una soluzione idrosalina, sciogliendo una piccola quota di sale in acqua.

Questa soluzione idrosalina si consiglia per effettuare dei lavaggi nasali, o per fare dei risciacqui del cavo orale.

Back to top button