Stitichezza, come si cura con lo sciroppo di prugne fatto in casa

Tra i rimedi naturali benefici in caso di stitichezza si consiglia lo sciroppo di prugne ricco di fibre e sostanze antinfiammatorie

Chi soffre di stitichezza si ritrova a dover affrontare non solo le difficoltà ad evacuare con regolarità, ma anche altri disagi. Infatti a tale difficoltà si associano altri sintomi quali: gonfiore e dolore addominale, accumulo di gas, senso di pesantezza.

Nei casi più severi si può riscontrare una concentrazione di tossine nel colon, con conseguenze che richiedono l’intervento di un medico.

Per curare la stitichezza si deve partire dalla dieta. È importante seguire delle sane abitudini che contribuiscono a stimolare il movimento intestinale.

Inoltre sono di grande ausilio prodotti e rimedi naturali, come nel caso di un toccasana a base di prugne. Si tratta di uno sciroppo fatto in casa specifico per risolvere la stitichezza.

Il suo beneficio immediato è quello di stimolare il movimento intestinale e facilitare l’eliminazione delle feci.

Alla base di questo rimedio green ci sono le prugne secche ed il succo di limone. Si tratta di ingredienti ricchi di fibre e di principi dalle proprietà antinfiammatorie.

Non si devono poi trascurare l’effetto di tipo lassativo che favorisce la pulizia del colon senza alterare il pH della flora batterica.

Le prugne sono un frutto che la tradizione popolare consiglia come uno dei migliori rimedi contro la stitichezza.

Le prugne oltre a stimolare l’evacuazione sono benefiche contro la digestione lenta. Inoltre riducono l’infiammazione e l’acidità di stomaco.

Queste virtù si devono alla ricca fonte di fibre vegetali. Si tratta poi di un prebiotico che favorisce la salute della flora intestinale.

Il frutto assicura anche un buon apporto di minerali essenziali, che contrastano gli squilibri infiammatori e la ritenzione di liquidi.

Le prugne mettono a disposizione dei componenti capaci di ridurre il colesterolo cattivo (LDL). Infine anche se hanno un basso contenuto di calorie, le prugne sono energetiche grazie alla loro quantità di zuccheri naturali.

sciroppo di prugne

Come si prepara lo sciroppo di prugne per curare la stitichezza

Questo rimedio naturale è sicuro perché privo di sostanze che potrebbero scatenare effetti collaterali indesiderati.

Quindi si può assumere regolarmente più volte a settimana se non si hanno allergie verso i principi attivi del frutto. Oltre a trattare la stitichezza questo sciroppo mette a disposizione una buona dose di energie e di nutrienti.

Ingredienti:

  • 10 prugne secche
  • succo di un limone
  • ½ bicchiere di acqua

Si devono disporre le prugne secche dentro il frullatore per poi aggiungere il succo di un limone e mezzo bicchiere di acqua. Dopo aver attivato il frullatore si deve farlo lavorare per 2 o 3 minuti.

In seguito si deve verificare che si sia ottenuto un composto omogeneo e denso. Il rimedio una volta pronto si deve conservare con cura in un barattolo di vetro con coperchio e messo in frigo.

Chi si trova alle prese con un periodo di stitichezza episodico deve assumere in media 3 cucchiai di sciroppo prima di colazione. Per poi proseguire con 3 cucchiai a metà mattina e 2 cucchiai nel pomeriggio.

In caso di stitichezza cronica la posologia prevede dosi più elevate fino al ripristino della funzionalità intestinale.

Ma lo sciroppo di prugne si può assumere anche per prevenire la stitichezza. Si possono prendere 2-3 cucchiai al giorno.

Per stimolare la peristalsi si raccomanda inoltre di modificare le abitudini alimentari. Ad esempio si devono eliminare dalla dieta i cibi che potrebbero favorire la stitichezza. Come nel caso di: prodotti a base di farina raffinata, dolci, fritti, insaccati, conserve, cibi ricchi di sodio.

Inoltre è bene bere molta acqua in associazione ad alimenti con fibra, per stimolare il regolare funzionamento intestinale.

In alcuni casi la stitichezza è un sintomo di una patologia a carico del sistema gastrointestinale. Perciò necessita una maggiore attenzione e la visita di un medico.

Per approfondimenti:

24Salute.com è su Google News, se vuoi essere sempre aggiornato con le nostre notizie
Back to top button