6 alimenti ideali per ripulire il fegato in modo semplice e naturale e migliorare le sue funzioni

Advertisement

Una corretta dieta a base di alimenti strategici permette di ripulire il fegato, che potrà disintossicarsi e provvedere al meglio ai suoi compiti essenziali.

Questa ghiandola infatti assolve a diverse funzioni decisive per il nostro corpo a partire dal suo ruolo di “filtro”, grazie al quale neutralizza gli scarti metabolici e digestivi.

Il fegato prende poi parte ad altre funzioni di importanza vitale, come nel caso del suo intervento nella sintesi degli ormoni e degli enzimi.

Il suo costante attivismo permette inoltre di vigilare sulla regolazione del metabolismo dei grassi, delle proteine ​​e dei carboidrati.

Per non danneggiare la sua salute e ripulire il fegato in modo naturale, per permettergli di svolgere i suoi compiti essenziali è bene evitare una nutrizione scorretta.

Le cattive abitudini a tavola sono nocive per questa ghiandola, che potrebbe ritrovarsi a dover smaltire un surplus di rifiuti metabolici tossici.

Se il fegato non funziona correttamente, oppure è troppo stressato, questo può avere un impatto negativo sulla salute generale di un soggetto, esponendolo a malattie.

Ma la prevenzione a tavola, come sempre, si conferma la migliore strategia per il benessere, e nello specifico ci sono alcuni alimenti essenziali per ripulire il fegato e migliorare il suo funzionamento.

6 alimenti ideali per ripulire il fegato

Gli alleati naturali per ripulire il fegato: gli alimenti da includere nella dieta

Per ripulire il fegato in caso di necessità, ma anche per mantenere questo organo in salute, si raccomandano degli alimenti che non dovrebbero mai mancare nell’alimentazione quotidiana.

Aglio e cipolle

Per sostenere il fegato non si dovrebbe rinunciare a questi due prodotti della terra dove si concentrano dei salutari composti di zolfo che stimolano l’attività enzimatica, da cui dipende la stessa disintossicazione della ghiandola.

Non si deve poi ignorare la loro quota di bioflavonoidi a cui ascrivere un potente effetto antiossidante che si attiva contro i radicali liberi.

Noci

Questo tipo di frutta secca con guscio è una preziosa fonte di arginina, un amminoacido che prende parte ai fisiologici processi di disintossicazione del fegato, e che ha anche la capacità di contrastare l’ammoniaca.

Le  noci forniscono poi al nostro organismo una buona quota di acidi grassi omega 3, che sono indispensabili per regolare la funzionalità del fegato.

Mele

Tra gli alimenti benefici per ripulire il fegato si raccomanda il consumo quotidiano delle mele che mettono a disposizione una buona fonte di sostanze pectine.

Queste non vengono digerite nel tratto gastrointestinale e sono enterosorbenti, per tale ragione sono vantaggiose per attivare un effetto detox a livello epatico.

Infatti le mele favoriscono la piena eliminazione di sostanze tossiche e nocive dal corpo in modo da limitare il carico sul fegato.

Agrumi

Advertisement

Sono degli alleati preziosi che assicurano un effetto positivo sul funzionamento epatico.

Tutti gli agrumi ed in particolare quelli che possono contare su una maggiore concentrazione di acido ascorbico e glutatione sono vantaggiosi per ripulire il fegato.

Si tratta di un mix di sostanze antiossidanti di grande aiuto per supportare l’attività enzimatica del fegato, ma allo stesso tempo intervengono per promuovere un’azione inibente sulle tossine e sulle sostanze cancerogene.

Caffè

Secondo diverse conferme scientifiche caldeggiate, da approfonditi studi clinici, il consumo moderato di caffè ha un effetto benefico a livello epatico, in quanto riduce la probabilità di sviluppare malattie croniche del fegato, prime tra tutte cirrosi e cancro.

A questa scoperta, fanno eco gli studi scientifici che rivelano che la caffeina è una sostanza utile nella prevenzione dei cambiamenti fibrotici nel fegato.

Curcuma

Questa spezia indiana, che è apprezzata in tutto il mondo come condimento e come rimedio naturale, vanta delle rinomate proprietà curative a partire dal suo potere antinfiammatorio.

Uno dei principali principi attivi della spezia è la curcumina che si dimostra utile anche a livello epatico, poiché contrasta l’accumulo di molecole di grasso nel fegato.

Un effetto approfondito dal mondo scientifico che ha ribadito che il regolare consumo di curcuma è efficace per ridurre la concentrazione di colesterolo e di trigliceridi nel fegato.

Per approfondimenti:

Advertisement
Condividi: