I 7 alimenti più alcalini al mondo e i benefici che apportano all’organismo

Stile di vita sedentario, carenza di ossigeno e un'alimentazione prettamente acida, apportano al corpo umano diversi, seri squilibri

Una dieta alcalina al contrario, apporta invece numerosi benefici all’organismo. Impariamo a conoscere gli alimenti più alcalini al mondo.

Per permettere al nostro organismo di svolgere completamente le sue importanti funzioni, come una giusta disintossicazione ed un adeguato assorbimento dei nutrienti, il pH dovrebbe essere sempre fra 7,35 e 7,45.

Gli alimenti più alcalini

Volete conoscere il livello del vostro pH? Farlo è molto semplice, non dovrete fare altro che usare degli appositi stick che si comprano in farmacia.

Ricordatevi che il pH si misura al risveglio e a mezzogiorno.

Passiamo quindi ad analizzare i 7 alimenti più alcalini al mondo, che potremmo introdurre per beneficiare delle innumerevoli proprietà di una dieta alcalina.

dieta alcalinizzante

SPINACI:

Ricchissimi di clorofilla, una sostanza alcalina simile al sangue, che contribuisce alla ricostruzione dello stesso. Ma anche di vitamina A, K C, B2, E, acido folico, ferro, calcio, fibre, potassio e manganese. Tutti nutrienti benefici che contengono e che apportano numerosi benefici.

CAVOLO:

Conosciuto principalmente per essere un valido alleato nella lotta contro il cancro, ha anche altre e molto importanti proprietà.

Riduce il colesterolo e oltre ad essere buonissimo è anche un perfetto antiossidante. Essendo a foglia verde, anche per il cavolo, valgono le stesse cose dei sopracitati spinaci.

CETRIOLO:

Contiene addirittura il 95% di acqua e per questo motivo è un alimento assai idratante. Inoltre contiene un numero elevato di  vitamine, di sali minerali e di oligoelementi.

Tra le sue benefiche funzioni, troviamo quella di disintossicazione dei reni, ma anche del fegato e del pancreas.

BROCCOLI:

Un concentrato di energia e vitalità che contribuisce a contrastare l’insorgenza di tumori, a sostenere l’apparato digerente, quello cardiovascolare e il metabolismo.

Ma non solo, perché i broccoli si prendono cura anche della pelle e del sistema immunitario.

AVOCADO:

A dir la verità, la sua reputazione non è molto buona, perché si tratta di un alimento molto ricco di grassi. Tuttavia, si tratta di grassi “buoni” che non contribuiscono ad un aumento di peso.

Anzi, i suoi nutrimenti contribuiscono a ridurre il colesterolo e a rallentare lo sviluppo di malattie cardiache, promuovendo la produzione di antiossidanti.

SEDANO:

Un alimento molto simile al cetriolo e che solitamente viene utilizzato come base per zuppe e succhi. Contiene elevati dosi di vitamina C che contribuisce a contrastare artrite, osteoporosi, asma e varie infiammazioni.

PEPERONI:

Ottimo sia crudo che cotto e particolarmente ricco di antiossidanti come luteolina, flavonoidi, carotene, esperidina e quercetina.

Molto simile al pomodoro, una loro assunzione è legata ad una minore insorgenza di tumori, degenerazione maculare, diabete di tipo II e malattie cardiovascolari.

Leggi anche:

24Salute.com è su Google News, se vuoi essere sempre aggiornato con le nostre notizie
Back to top button