Amla, i benefici del frutto più ricco di antiossidanti e di vitamina C

Tutti i benefici dell'amla: l'uva spina indiana considerata da millenni in India il frutto della giovinezza

Anche in Occidente sta iniziando a diffondersi un frutto esotico ricco di virtù, si tratta dell’amla detta anche uva spina indiana.

Un frutto che l’ayurveda conosce con il nome scientifico di Phyllanthus Emblica Linn e identifica con il frutto della giovinezza. In Asia questo frutto gode di grande notorietà ed è molto utilizzato in India.

Si tratta di un frutto usato da migliaia di anni per usufruire delle sue proprietà salutari. Infatti l’amla ha un grande potere anti invecchiamento quindi permette di ringiovanire il corpo.

Ma oltre ad essere un tonico ed un antiage è un immunostimolante quindi rinforza il sistema immunitario.

Nel suo aspetto questo piccolo frutto di colore giallo e verde ricorda una comune susina. Invece il suo sapore amaro e tendente all’acido ricorda quello di un pompelmo.

Le principali virtù dell’amla si devono alla sua ricca concentrazione di antiossidanti come polifenoli e vitamina C. Ebbene 100 grammi di amla assicurano al nostro corpo circa 450 milligrammi di vitamina C.

Il potente mix di principi attivi rende il frutto un prezioso alleato contro le malattie croniche. Infatti è utile per prevenire: malattie cardiache, diabete, cancro.

A confermare questi suoi effetti benefici ci ha pensato anche la scienza. Uno studio svolto dal Dipartimento di Biochimica e Biotecnologia dell’Università Annamalai (India) ribadisce le virtù del frutto.

Amla il frutto antiossidante

I benefici dell’amla

Ancora è difficile trovare questo frutto in Italia, anche se inizia a farsi conoscere. Si può acquistare in alcuni negozi specializzati in frutta esotica. Ma si può trovare talvolta nelle erboristerie ben fornite sotto forma di polvere ed estratti secchi.

Il suo consumo è utile per disintossicare il fegato. Diversi studi confermano che il frutto attiva un’azione depurativa a livello epatico perché aiuta ad espellere le tossine.

Ma allo stesso tempo migliora la funzione del fegato. In più è utile per risolvere: la pancreatite, il gonfiore ed il dolore del pancreas.

Inoltre lenisce il mal di stomaco e diversi disturbi intestinali. Infatti risolve problemi quali: difficoltà digestive, diarrea, vomito, coliche, infezioni.

L’amla è considerato un valido alleato per prevenire il diabete. Il suo consumo regolare riduce il livello di zucchero nelle persone con diabete di tipo 2.

Il frutto della giovinezza si prende anche cura della pelle rigenerandola. Quindi è un toccasana contro: eruzioni cutanee, brufoli, altri problemi cutanei.

Si stanno approfondendo le sue virtù anticancerogene. A quanto pare gli antiossidanti contenuti nel frutto potrebbero essere importanti per trattare il cancro.

Si raccomanda il suo uso per stimolare la crescita dei capelli. In tal caso si può preparare un impacco a base della polvere di amla con acqua calda.

Si applica sul cuoio capelluto con delle frizioni ed un massaggio. Dopo 30 minuti di posa si risciacqua. Il trattamento rende i capelli più idratati, forti e luminosi.

Per approfondimenti:

24Salute.com è su Google News, se vuoi essere sempre aggiornato con le nostre notizie
Back to top button