Come utilizzare il bicarbonato di sodio per eliminare il 96% dei pesticidi da frutta e verdura in modo naturale

Il bicarbonato di sodio è un alleato essenziale in casa, ma sapevi che puoi anche usarlo per lavare frutta e verdura?

Economico ed estremamente versatile, rappresenta un elemento essenziale che deve essere sempre a portata di mano per i suoi molteplici usi pratici. E a conferma di ciò, un recente studio ha scoperto che il bicarbonato di sodio è il prodotto giusto per eliminare naturalmente il 96% dei pesticidi da frutta e verdura.

Lo studio è stato effettuato all’Università del Massachusetts, dove un gruppo di ricerca ha studiato le mele Gala e ha scoperto l’efficacia del bicarbonato di sodio per pulire questi frutti dai pesticidi.

Perché dovresti sempre usare il bicarbonato di sodio per eliminare i pesticidi da frutta e verdura

Un gruppo di ricerca scientifica dell’Università del Massachusetts nell’area di Amherst, presieduto dallo scienziato Dr. Lili He, ha riferito delle proprietà detergenti e purificanti del bicarbonato di sodio per la pulizia di frutta e verdura. 

bicarbonato per eliminare pesticidi

Pare che sia davvero il metodo più efficace per dire addio ai dannosi pesticidi presenti su questi alimenti.

Per raggiungere questo obiettivo, i ricercatori hanno scelto di eseguire il test sulle mele Gala che sono tra le più consumate e rappresentano il maggior rischio di concentrazione di pesticidi.

Per questo, hanno lavato le mele usando tre soluzioni diverse ogni volta:

  • Un liquido commerciale concentrato in candeggina e approvato dalla US Environmental Protection Agency
  • Una miscela composta dall’1% di acqua e bicarbonato di sodio
  • Acqua di rubinetto

E secondo i risultati la soluzione al bicarbonato di sodio ha vinto il premio per la miglior pulizia. Infatti ha facilmente separato e distrutto le molecole dei pesticidi.

Le altre due soluzioni erano efficaci circa la metà di quella al bicarbonato. I ricercatori consigliano di lasciare frutta e verdura in ammollo per almeno 15 minuti.

La testimonianza del Dr Lili

Il lavaggio dei prodotti è un modo semplice per ridurre il rischio di esposizione ai pesticidi.

Poiché i processori commerciali lavano la frutta e la verdura per due minuti dopo la raccolta con un disinfettante a base di candeggina per rimuovere sporco e germi, lui e il suo team si sono chiesti se il lavaggio potesse anche eliminare residui di pesticidi.

Gli scienziati hanno confrontato l’efficacia della candeggina germicida con il risciacquo in acqua di rubinetto o con una soluzione di bicarbonato di sodio, alcalina.

La maggior parte dei pesticidi non è stabile al pH alcalino, che rompe i residui e ne facilita la rimozione.

È importante lavare la frutta e la verdura per ridurre al minimo il rischio di esposizione agli insetticidi, data la natura nociva di due di essi.

Stiamo parlando del fosmet e del tiabenzadolo. Il primo è uno dei più noti e utilizzati sul mercato e si ritiene che entrambi siano responsabili dell’iperattività nei bambini, del diabete e del basso numero di spermatozoi.

Come lavare gli alimenti

Come dimostra lo studio, il bicarbonato di sodio è l’elemento raccomandato per pulire in sicurezza frutta e verdura e  per eliminare lo sporco più radicato, che tende a fungere da nido per i microbi . La sua concentrazione nel sale alcalino ottiene effetti efficaci per l’eliminazione dei pesticidi.

Metti semplicemente la tua frutta e verdura in un grande contenitore di acqua fredda e cospargi con due o tre cucchiai di bicarbonato di sodio.

Immergi il cibo in quest’acqua per circa 15 minuti, quindi strofina delicatamente con una spazzola per lavastoviglie.

Leggi anche:

24Salute.com è su Google News, se vuoi essere sempre aggiornato con le nostre notizie
Back to top button
Close