Corbezzoli, tutti i benefici di un frutto poco noto, ma dagli innumerevoli benefici. Come preparare infusi e marmellate

Advertisement

Anche se poco conosciuti ed utilizzati, almeno nel nostro Paese, i corbezzoli noti anche come albatro (Arbutus Unedo L.) sono dei preziosi alleati della nostra salute.

Questi piccoli frutti dalla forma tondeggiante sui toni dell’arancio-rosso sono prodotti da un alberello che fa parte della famiglia delle Ericaceae, la stessa dei mirtilli.

Per chi non conoscesse il frutto, si tratta di una sorta di bacca dalla consistenza morbida, mentre la sua buccia esterna, sottile e commestibile, presenta una serie di piccole protuberanze granulose.

Il sapore dei corbezzoli non è eccessivamente dolce ed ha un leggero retrogusto acido. Non solo i frutti a bacca, ma anche le sue foglie, la corteccia ed i fiori si utilizzano per le tante proprietà salutari.

Infatti i corbezzoli in generale vantano delle preziose virtù antibatteriche ed antinfiammatorie, delle proprietà che agiscono principalmente a livello dell’apparato urogenitale.

Ma le stesse qualità agiscono su intestino e stomaco, a cui si aggiunge un benefico potere astringente.

Le foglie di corbezzolo sono utilizzate in fitoterapia in quanto ricche di: vitamina C, vitamina E, sostanze antiossidanti.

Per quanto riguarda invece le proprietà dei corbezzoli si tratta di un mix di diverse sostanze nutritive quali: vitamine, flavonoidi, arbutina, pectine, zuccheri, acqua.

Questo mix di sostanze attribuisce al frutto molte proprietà, tra cui quella astringente, quindi è bene non eccedere nel suo consumo perché può causare stipsi.

Ma il frutto si rivela anche un potente antisettico ed antinfiammatorio naturale a tutto vantaggio di fegato e del tratto intestinale.

Le proprietà fitoterapeutiche dei corbezzoli

Le proprietà fitoterapeutiche dei corbezzoli

Tra le altre proprietà fitoterapeutiche che si possono assegnare ai corbezzoli si deve segnalare la sua capacità di regolare la pressione abbassandola.

Inoltre la sua azione antinfiammatoria è molto vantaggiosa e nota, per questo la medicina popolare consiglia la preparazione di decotti dal prodigioso effetto disinfettante a carico delle vie urinarie.

Infatti si tratta di un toccasana in grado di lenire i sintomi della cistite, in quanto mette a disposizione un prezioso principi attivo: l’arbutina.

I corbezzoli assicurano anche un potere di tipo diuretico, altrettanto efficace in caso di infezioni urinarie.

Inoltre questo fitocomplesso delle Ericaceae contribuisce a favorire la riparazione delle mucose locali. In più l’arbutina promuove anche un’azione schiarente di tipo cutaneo.

Quindi i corbezzoli sono un ingrediente beauty alla base di diversi prodotti per il trattamento delle macchie della pelle.

Questo salutare frutto poi è una fonte di sostanze antiossidanti che apportano un gran numero di effetti salutari.

Le gemme di corbezzolo possono contare infatti su una forte funzione antiossidante che è di grande aiuto per la salute del cuore.

Come consumare il frutto come rimedio naturale salutare: infuso, confettura e miele

Si consiglia di assumere un integratore alimentare a base di tutti i fitocomplessi del corbezzolo in quanto aiuta a regolare la funzionalità del sistema cardio-circolatorio.

Si consiglia anche l’infuso di foglie di corbezzolo per beneficiare di tutte le sue eccellenti proprietà di tipo farmacologico.

Advertisement
  • Per preparare un infuso si consiglia di usare le foglie secche della pianta, lasciandole a bollire in una tazza di acqua calda e poi lasciando la bevanda in infusione per 15 minuti.

L’infuso a base di foglie di corbezzolo si consiglia come rimedio naturale che agisce come un eccellente tonico, ma allo stesso tempo migliora la circolazione ed è un antidepressivo in quanto solleva l’umore.

Ma il rimedio si raccomanda anche per spegnere eventuali problemi gastrointestinali quali flogosi e diarrea.

I frutti poi si possono assaporare freschi puri oppure come ingrediente di macedonie, è possibile inoltre apprezzare le proprietà ed il gusto dei corbezzoli anche sotto forma di: confetture, sciroppi, liquori digestivi.

Per preparare la confettura servono:

  • 1 kg di di corbezzoli maturi
  • 700 di zucchero
  • 1 bicchiere di acqua
  • buccia di un limone biologico

Dopo aver lavato i frutti si mettono in pentola e si lasciano sul fuoco per 15 minuti, dopo si setaccia la composta con un passino stretto per eliminare i semi.

Si può poi aggiungere lo zucchero, il bicchiere d’acqua e la buccia di limone. Si lascia cuocere sul fuoco a fiamma bassa fino ad ottenere una confettura densa da poter infine versare nei barattoli sterilizzati in precedenza.

Ma si può anche preparare un prezioso miele dai fiori di corbezzolo da usare come dolcificante green che mette a disposizione delle salutari proprietà balsamiche.

Invece la tintura madre di corbezzolo si dimostra un alleato efficace in caso di problematiche ed affezioni a carico della prostata, ma anche in caso di uretriti.

Advertisement
Condividi: