Perché la doccia fredda fa bene: gli esperti spiegano le ragioni per cui dovresti farne almeno una al giorno

Fare una doccia fredda ogni giorno assicura un gran numero di benefici per la salute. Nella sua rubrica su Just One Thing per la BBC, il dottor Michael Mosley, ha illustrato in un podcast i vantaggi della doccia fredda.

Anche se può sembrare un’abitudine solo per i coraggiosi, si tratta di una pratica che ritempra il corpo e promuove la salute generale. Come ha spiegato il dott. Mosley in un episodio del suo podcast Just One Thing segnalando che la prima volta che si sperimenta questa prassi si innescherà una risposta allo stress: “Inizierai a iperventilare, il tuo battito cardiaco aumenterà ed il tuo corpo sarà inondato di adrenalina”.

Michael Mosley ha sottolineato quindi che essere esposti a molto stress non è una buona cosa, ma se si procede in modo graduale, allora si beneficia di diversi effetti positivi. Ecco perché la doccia fredda è salutare come segnalato dall’esperto: “A poco a poco, nel tempo, ti adatterai e la tua risposta allo stress diminuirà, diventando più attenuata. Se si espone il nostro corpo a piccole quantità di stress in modo controllato come questo, otteniamo benefici”.

Perché la doccia fredda fa bene alla salute

I benefici della doccia fredda e del nuoto in acque fredde

Il parere del dottor Michael Mosley trova conferma in diversi studi che hanno spiegato che nuotare in acque fredde assicura tanti benefici, allo stesso modo questi effetti si possono ottenere sottoponendosi ad una doccia fredda quotidiana. Naturalmente ci sono delle raccomandazioni da seguire: il nuoto in acque fredde deve essere praticato da persone esperte, in buona salute, che devono sottoporsi all’attività regolarmente ed in modo graduale.

Leggi anche: 10 malattie che possono essere curate facendo l’amore. Gli esperti confermano che fare l’amore con una certa regolarità è un toccasana per la salute fisica e mentale

Una simile attività infatti provoca dei cambiamenti a livello della funzione ematologica ed endocrina. Quindi potrebbe assicurare dei vantaggi per i soggetti con disturbi del sangue e del midollo osseo oppure a carico degli ormoni, con disfunzioni che possono coinvolgere diversi distretti.

Inoltre, alcuni studi hanno rilevato che nuotare in acque fredde determina un minor numero di infezioni del tratto respiratorio superiore, oltre a migliorare l’umore. Secondo altre indagini scientifiche si è evidenziato anche un effetto positivo sul sistema cardiovascolare, con una riduzione dei fattori di rischio cardiovascolare. Dunque il nuoto in acque fredde avrebbe un impatto inibente nei confronti dei fattori di rischio cardiovascolare, come il colesterolo.

Alcuni studi confermano poi che il nuoto in acque fredde può ostacolare lo sviluppo del diabete di tipo 2 e può migliorare la gestione della condizione. Questo perché il freddo avrebbe un effetto positivo sul metabolismo dell’insulina.

Leggi anche: Fare colazione ad un preciso orario riduce significativamente il rischio di diabete: lo rivela uno studio americano

Uno studio sul tema ha analizzato un campione di 30 nuotatori, soliti allenarsi in acqua fredda, questi sono stati monitorati per sei mesi esaminando la composizione corporea e la sensibilità all’insulina. I nuotatori erano in sovrappeso rispetto al gruppo di controllo, ed avevano una percentuale più alta di grasso corporeo con differenze tra i uomini e donne.

Nelle nuotatrici con una percentuale di grasso corporeo inferiore si è riscontrata una maggiore sensibilità all’insulina ed una riduzione nella secrezione dell’ormone e nell’insulino-resistenza. La resistenza all’insulina è un marker essenziale nel controllo del diabete di tipo 2, per questo migliorare la sensibilità all’insulina permette di ridurre il rischio di sviluppare la malattia metabolica.

Gli effetti vantaggiosi del nuoto in acque fredde si possono riscontrare anche nei soggetti che sono soliti fare una doccia fredda ogni giorno.

Condividi: