Il sonno delle donne: perché ne hanno più bisogni rispetto agli uomini?

Secondi diversi studi le donne hanno bisogno di dormire più tempo rispetto agli uomini

Il sonno delle donne è molto diverso da quello degli uomini, soprattutto perché secondo diversi studi, il genere femminile ha bisogno di più ore di riposo.

Secondo un recente studio che ha coinvolto 6000 persone, la maggior parte degli uomini ha dichiarato di essere stanco dopo una notte in cui ha dormito meno di 7 ore. Mentre le donne hanno lamentato stanchezza dopo 7:30 di sonno.

Il sonno delle donne: da cosa dipende questa disuguaglianza?

Il dottor Marc Rey, capo del Centro di sonno e veglia all’ospedale Timone di Marsiglia, ha risposto a questa domanda.

“Ci sono davvero tanti motivi per cui le donne devono dormire di più. E riguardano principalmente gli ormoni. Durante il ciclo mestruale, una donna sperimenta un cambiamento nei livelli di estrogeni e progesterone che provoca periodi di affaticamento, mancanza di sonno o sonno frammentato”.

Pertanto, ha bisogno di dormire di più per sentirsi riposata. Nella vita di una donna, il periodo perinatale è anche un momento in cui la mancanza di sonno è fortemente sentita.

“Durante i primi tre mesi di gravidanza, il livello di progesterone aumenta rapidamente e suoi effetti sedativi inducono un maggiore bisogno di dormire. È la stessa cosa durante gli ultimi tre mesi, il progesterone rende possibile far fronte , più o meno efficacemente, all’insonnia legata al disagio della pesantezza della pancia, del bambino che si muove “.

il sonno delle donne

Infine la menopausa, caratterizzata da vampate di calore e accompagnata da un calo dei livelli di estrogeni, può anche aumentare la fatica.

La nascita di un bambino, un periodo in cui la mancanza di sonno è gravemente avvertita

Durante i primi mesi di vita del bambino, e specialmente in caso di allattamento al seno, la giovane madre sperimenta di nuovo un sonno disturbato. Che fa sorgere il bisogno di dormire più a lungo.

Secondo uno studio della British University of Warwick su oltre 2.500 donne e quasi 2.200 uomini, una donna in media, perde 40 minuti di sonno a notte nel primo anno di vita del suo bambino.

Per i primi tre mesi, la perdita di sonno può arrivare fino a 1 ora a notte. Per i padri, questa mancanza si aggira intorno ai 13 minuti a notte.

Carico mentale, l’altra spiegazione

Infine, nonostante si cerchi di diminuire la disparità fra donne e uomini, la verità è che il compito di prendersi cura della casa spetta, almeno nella maggior parte dei casi, tutto alle donne.

Diverse donne lamentano 0 aiuti in casa e quando ci sono, si tratta comunque di compiti effettuati a metà. Impossibile, di conseguenza, delegare.

Secondo il dottor Marc Rey, “è chiaro che questo carico mentale aumenti la necessità di dormire, semplicemente perché richiede una riorganizzazione notturna e la digestione delle informazioni del giorno “.

Leggi anche:

24Salute.com è su Google News, se vuoi essere sempre aggiornato con le nostre notizie
Back to top button
Close