Le proprietà della valeriana, un rimedio contro l’insonnia e l’irritabilità

La fama che si porta dietro è corretta: la Valeriana agisce sul sistema nervoso centrale, ma apporta anche altri benefici all'organismo.

Le proprietà della Valeriana sono molte, anche se le più famose, sono certamente quelle rilassanti e calmanti. Scopriamo qualcosa di più su questa pianta tanto apprezzata e conosciuta.

La Valeriana appartiene alla famiglia delle Valerianacee, ed è composta da oltre 150 specie. Si sviluppa in luoghi umidi e si trova facilmente nelle regioni boscose europee, in quelle tropicali sudamericane e anche in Nord America.

Le proprietà della Valeriana

Si tratta di una pianta decorativa, ma che raramente si trova nei giardini. Il motivo di questa strana assenza è che il suo odore pare possa attirare i gatti, producendo nei felini una sorta di attrazione stupefacente.

Nonostante il suo nome derivi dalla parola latina “valere”, ossia “essere sano”, oggi è conosciuta anche con il nome “erba dei gatti”.

Fin dal Medioevo è considerata un po’ come la panacea di tutti mali. La pianta produce alcune sostanze benefiche come flavonoidi, iridoidi, acidi valerianici, terpeni e alcaloidi. Che hanno proprietà analgesiche, rilassanti, calmanti e ipotensive.

Le proprietà della valeriana

Ecco che quindi può facilmente essere impiegata per contrastare:

  • Palpitazioni
  • Attacchi d’ansia
  • Nervosismo
  • Crampi addominali
  • Stati ansiosi
  • Disturbi del sonno

E’ molto importante non confonderla con la Valerianella o songino, una pianta appartenente alla stessa famiglia, e che può essere impiegata per fare delle ottime insalate.

E’ possibile acquistare la Valeriana presso un’erboristeria, sotto forma di estratto liquido, di capsule o di estratto secco.

Come utilizzare la Valeriana per favorire il sonno?

Come vi abbiamo già anticipato, la Valeriana agisce sul sistema nervoso centrale. I suoi principi attivi essendo sedativi, favoriscono il sonno, riducendo  tempi dell’addormentamento.

Invece contro i crampi intestinali?

I terpeni e i flavonoidi che contiene la Valeriana, sono in grado di contrastare i recettori dell’adenosina, una sostanza che provoca gli spasmi intestinali.

La ricetta per preparare una tisana rilassante

Una tisana alla Valeriana è quel che ci vuole, quando abbiamo bisogno di rilassarci e di favorire il sonno. Per prepararla, abbiamo bisogno di una tazza d’acqua bollita, a cui dovremmo aggiungere un cucchiaino di radice di Valeriana essiccata.

Mescolare e far bollire un altro minuto. Dopodiché lasciare in infusione per un quarto d’ora, filtrare la tisana e bere.

Controindicazioni e avvertenza

La Valeriana apporta numerosi benefici all’organismo, ma se assunta in dosi eccessivi può anche provocare effetti collaterali come:

  • Mal di testa
  • Eccitabilità
  • Insonnia
  • Aumento della pressione

In gravidanza e allattamento si sconsiglia di assumerla e non dovrebbe mai essere data ai bambino con un’età inferiore ai 6 anni.

E’ molto importante non superare mai le dose consigliate: circa 500/600 mg di estratto secco, oppure 20 gocce in poca acqua, per 3 volte al giorno.

Leggi anche:

24Salute.com è su Google News, se vuoi essere sempre aggiornato con le nostre notizie
Back to top button