Cosa mangiare per mantenere il cuore in salute: gli alimenti che non devono mai mancare a tavola

Advertisement

Il segreto per mantenere il cuore in salute consiste nell’adottare una dieta ad hoc, che aiuta a preservare la salute di questo organo, limitando i fattori di rischio cardiovascolare.

Per preservare la salute cardiologica si devono consumare regolarmente degli alimenti nutrienti e sani che fanno bene al muscolo cardiaco.

Per il benessere generale del nostro corpo è necessario garantire una quotidiana combinazione benefica di: nutrienti, vitamine e minerali.

La dieta gioca infatti un ruolo centrale anche per mantenere il cuore in salute, visto che così si ha la possibilità di attuare una valida prevenzione contro i fattori di rischio, responsabili delle patologie cardiovascolari.

Infatti ad alterare la salute del cuore non intervengono solo fattori predisponenti, come età e familiarità, ma anche altre condizioni quali: peso in eccesso, fumo, sedentarietà, diabete.

È possibile limitare il rischio di patologie cardiache (ischemie, infarti, ictus) seguendo un regime alimentare protettivo per il cuore.

Tra gli alimenti più indicati per la salute cardiologica, i nutrizionisti consigliano il consumo regolare di: vegetali, pesce, legumi, frutta.

Invece è necessario limitare il consumo di grassi saturi che incidono negativamente sui valori ematici di colesterolo.

In base ai dati resi noti dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, una dieta sana ed equilibrata ha il grande potere di prevenire circa 1/3 delle malattie cardiovascolari.

mantenere mantenere il cuore in salute

Come mantenere il cuore in salute consumando degli alimenti strategici

Il segreto per un cuore in salute è racchiuso in un’alimentazione equilibrata e variegata, che è alla base della dieta mediterranea.

Ecco la lista dei cibi utili per mantenere il cuore in salute.

Pesce azzurro

Secondo le indicazioni degli esperti si dovrebbe mangiare almeno 2 volte a settimana pesce, preferibilmente azzurro: salmone, alici, sarde, sgombro.

In questo modo si assicura al corpo una buona fonte di acidi grassi polinsaturi Omega-3 essenziali per la salute cardiaca.

Invece si devono consumare con moderazione i frutti di mare, perché contengono alti livelli di grassi saturi e di colesterolo.

Carne magra

Meglio optare per la carne di pollo, tacchino, vitello, coniglio, agnello; invece si deve ridurre il consumo di carne rossa e dei tagli più grassi.

Cereali integrali

Per mantenere il cuore in salute si devono fare scorte di fibre vegetali, derivanti da prodotti integrali, in quanto riducono l’assorbimento di grassi ed aumentano al tempo stesso il senso di sazietà.

Legumi

Si devono privilegiare fagioli, ceci, piselli, lenticchie che non dovrebbero mancare dal proprio menù settimanale.

I nutrizionisti consigliano di mangiare 2-3 volte la settimana i legumi in quanto sono dei validi alleati per la salute.

Nello specifico aiutano a prevenire le malattie cardiache visto che contribuiscono a ridurre il colesterolo, e tengono sotto controllo pressione sanguigna e trigliceridi.

Ortaggi, verdura e frutta di stagione

Le linee guida nutrizionali suggeriscono l’assunzione di almeno 5 porzioni di questi alimenti.

Advertisement

Si consiglia infatti una porzione di verdura fresca a pranzo ed a cena, optando per la frutta e gli ortaggi come spuntino mattutino e pomeridiano.

In particolare, si raccomanda di preferire la frutta fuori dai pasti privilegiando: albicocche, ciliegie, mele, ananas, kiwi, mandarini; invece si devono limitare i frutti troppo zuccherini.

Gli alimenti da evitare per mantenere il cuore in salute

Tra i nemici della salute cardiovascolare ci sono diversi gruppi di alimenti che si devono bandire dalla tavola, oppure consumare con parsimonia.

Ecco la lista dei cibi da consumare con moderazione, per preservare la salute del proprio cuore.

Salumi ed insaccati

Si tratta di alimenti in cui si concentrano grandi quantità di grassi saturi, colesterolo e sale.

Secondo le indicazioni mediche è opportuno evitare di consumare spesso: salsicce, wurstel, mortadella. Invece è concesso mangiare qualche volta i salumi magri.

Oli e grassi

Nel caso degli oli si consiglia di usare come condimento quelli di origine vegetale, preferendo l’olio di oliva che mette a disposizione un’elevata fonte di acido oleico, un grasso monoinsaturo che contrasta le malattie cardiovascolari.

È bene poi ridurre l’assunzione di burro, strutto, olio di palma, salse e condimenti troppo grassi che non permettono di mantenere il cuore in salute.

Dolci

Questa categoria di alimenti presenta un’alta quota di zuccheri semplici e di grassi ad elevato apporto calorico.

Per questo è necessario limitare il consumo di questi alimenti, anche perché non apportano un significativo contenuto di nutrienti.

Latte e derivati

Per tenere sotto controllo i livelli di colesterolo è opportuno privilegiare il consumo di latte parzialmente scremato o scremato, e di formaggi magri ossia privi di grassi saturi.

Uova

Per mantenere il cuore in salute è bene poi non eccedere con il consumo settimanale di uova: sono concesse 2 uova a settimana, in modo da evitare il rischio di colesterolo alto.

Sale

Si deve anche limitare il consumo di alimenti salati oltre ad evitare di usare troppo sale per insaporire le pietanze.

È bene poi leggere la lista degli ingredienti dei prodotti che si comprano al supermercato, per evitare di assimilare troppi additivi come glutammato di sodio e citrato di sodio, spesso nascosti negli alimenti.

Bevande gassate, zuccherate ed alcoliche

Queste bevande sono dannose per la salute, inoltre non permettono di mantenere il cuore in salute.

La sola concessione è quella di un bicchiere di vino al giorno, dove si racchiudono delle sostanze che attivano uno scudo protettivo per il cuore: gli antiossidanti.

Per approfondimenti:

Advertisement
Condividi: