Microbi antidepressivi nel suolo: ecco come la terra può rendere felice la nostra mente

Una recente scoperta scientifica ha annunciato che ci sono dei benefici microbi antidepressivi nel suolo che hanno effetti simili a quelli esercitati dal Prozac sul cervello, senza però implicare gli effetti collaterali negativi ed il potenziale rischio di dipendenza.

Dunque sporcarsi le mani con la terra agisce da antidepressivo naturale grazie proprio alla presenza di microbi salutari nel terreno organico.

Il contatto diretto con i microbi antidepressivi presenti nel suolo permette di essere non solo più felici ma anche più sani.

Una scoperta scientifica che avvalora le tesi di giardinieri e di agricoltori, portate avanti con convinzione da millenni da questi lavoratori.

In particolare, gli studiosi hanno scoperto che uno specifico microbo del suolo il cosiddetto Mycobacterium vaccae replica l’effetto sui neuroni nel cervello di farmaci antidepressivi come il Prozac.

Nello specifico i “microbi della felicità” presenti nel terreno sono in grado di aumentare i livelli della citochina, e come conseguenza stimolano una maggiore produzione di serotonina.

Microbi antidepressivi ecco come la terra ti rende felice

Le funzioni dei microbi antidepressivi presenti nel suolo

Il Mycobacterium vaccae è un batterio presente in un terreno sano e se si entra in contatto con esso, allora si sollecita in modo fisiologico la produzione di serotonina che consente di sentirsi più rilassati e felici.

In caso invece di un deficit di serotonina, una simile mancanza è associata a condizioni quali: depressione, ansia, DOC e disturbo bipolare.

Alcuni studi su pazienti oncologici hanno permesso di rilevare che una migliore qualità della vita e meno stress venivano assicurati ai pazienti grazie al contatto con i microbi antidepressivi presenti nel suolo.

Gli scienziati hanno anche sottoposto ad indagine il Mycobacterium vaccae testandolo nei ratti, per iniezione ed ingestione, per poi confrontare i risultati con un gruppo di controllo.

Così hanno avuto modo di concludere che una migliore capacità cognitiva, lo stress più basso ed una maggiore concentrazione sono degli effetti benefici, della durata di tre settimane, che si ottengono dai microbi antidepressivi.

Questi microbi antidepressivi presenti nel suolo sono stati anche studiati per appurare le capacità di migliorare le funzioni cognitive, ma anche delle condizioni patologiche quali: la malattia di Crohn e l’artrite reumatoide.

Per beneficiare in pieno delle funzioni salutari del Mycobacterium vaccae è essenziale non solo avere un contatto topico con esso, ma anche di inalarlo e farlo circolare nel sangue nel caso di piccoli tagli oppure infezioni.

Infatti non si registrano effetti nocivi sulla salute umana causati dal Mycobacterium vaccae, che si conferma un micobatterio ambientale in rapida crescita che ha bassa patogenicità per l’uomo.

Per approfondimenti:

Condividi: