“I test salivari molecolari sono validi per il Green pass”: il ministro Speranza, precisa le normative europee per avere la Certificazione verde

Advertisement

Il ministro Roberto Speranza, nel corso del suo intervento a Rai Radio, rispondendo alle domande di Anna Ammirati del programma C’era una volta ha illustrato non solo che i test salivari molecolari sono validi per il Green pass ma ha anche spiegato le misure volte ad allineare il Paese con le normative europee.

Leggi anche: Come sapere se il vaccino Covid-19 ha funzionato: gli esperti spiegano come capire se e quanto la vaccinazione è stata efficace

“I dati che raccogliamo dicono che i vaccini sono efficaci e sicuri, sono la chiave per aprire una fase diversa e simbolo di libertà. Con gli indecisi il dialogo va tenuto aperto e bisogna insistere con garbo e intelligenza e mai essere aggressivi” – questo un breve stralcio dell’intervista del ministro della Salute. Inoltre Roberto Speranza si è soffermato sul ruolo da attribuire ai test salivari molecolari che si possono dunque ritenere un’alternativa ai tamponi oro/nasofaringei solo in certi casi, ad esempio nel contesto dello screening sui bambini coinvolti nel Piano di Monitoraggio della circolazione del virus SasrCoV2.

Test salivari molecolari validi per green pass

I test salivari molecolari sono validi per il Green pass

Nello specifico si è acconsentito alla raccolta del campione salivare con modalità di auto prelievo nell’ambito domiciliare, da parte dei genitori o dei tutori, che però dovranno seguire un percorso formativo ad hoc per familiarizzare con i dispositivi di raccolta. Gli stessi test sono utili anche per gli anziani ospiti delle Rsa, e per i soggetti disabili e naturalmente per i sanitari. Invece il titolare del dicastero ha ribadito che i test antigenici rapidi su saliva non sono indicati, come rimarcato nella stessa circolare resa nota dal ministero della Salute: “Aggiornamento delle indicazioni sull’impiego dei test salivari per il rilevamento dell’infezione da SARS-CoV2”.

Leggi anche: “La vaccinazione contro il Covid migliora la salute mentale”: uno studio statunitense rivela che il vaccino riduce lo stress psicologico e il rischio di depressione

Ai fini del rilascio del Green pass, i test antigenici su matrice salivare vengono esclusi dalle linee guide europee dei test validi per ottenere la Certificazione verde. Mentre la raccolta del campione salivare è stata approvata, vista la sua facile e semplice modalità di esecuzione, ma anche perché assicura dei vantaggi relativi a ridurre l’intervento da parte di figure del personale sanitario.

Leggi anche: “Il rischio di trombosi da vaccino Covid scompare con il calo degli anticorpi pericolosi dopo tre mesi”: l’importante scoperta dei ricercatori tedeschi

Advertisement
CONDIVIDI ☞