Le vitamine che aiutano a rigenerare le cartilagini, rafforzano le ossa e leniscono il dolore alle ginocchia

Advertisement

Per proteggere le ossa che sono soggette a processo di degenerazione, soprattutto con l’avanzare dell’età, è importante non far mancare al nostro organismo delle vitamine preziose per rafforzare ossa, scheletro e cartilagini.

Non solo il calcio è un componente essenziale per proteggere le ossa e rafforzarle, ma anche le vitamine giocano un ruolo decisivo.

Il calcio è un prezioso componente per la mineralizzazione delle ossa, dal momento che lo zucchero tende a sottrarre al corpo dosi importanti di questo minerale, determinando una maggiore acidità, invece il nostro corpo deve essere alcalino per funzionare in modo corretto.

In presenza, di acidosi il corpo sottrae calcio alle ossa, per compensare una simile alterazione.

Quindi è opportuno con l’avanzare dell’età, quando le ossa vanno incontro ad indebolimento, perdendo minerali e robustezza, evitare il rischio di fratture e di patologie a carico dell’apparato scheletrico e delle articolazioni adottando delle buone strategie.

Le vitamine aiutano rigenerare cartilagini

Le vitamine e le sostanze nutritive preziose per proteggere le ossa

Come arma di difesa per proteggere le ossa e preservarne la robustezza è opportuno consumare con regolarità delle vitamine essenziali, da combinare con la giusta quota di calcio e di Omega-3.

È indispensabile sostenere la salute delle ossa, facendo scorte non solo di calcio e di vitamina D, che si assimila con l’esposizione al sole.

Infatti le nostre ossa hanno bisogno anche della vitamina K: secondo i dati diffusi dalla letteratura medica è necessaria una dose giornaliera da 200 mcg di vitamina K, per poter aumentare la densità minerale delle ossa di circa il 10%.

In questo modo si riduce significativamente la fragilità ossea, e si limita di conseguenza il rischio di fratture.

La vitamina K si trova soprattutto nelle verdure a foglia verde, come broccoli, spinaci, cavoli, cime di rapa, ma è presente anche nel fegato.

Per proteggere le ossa bisogna poi fare scorte di vitamina D, in quanto è uno scudo difensivo vantaggioso per ridurre il rischio di perdite ossee e di fratture, nei soggetti di età superiore ai 60 anni.

Dal momento che si tratta di una vitamina che non viene prodotta dal corpo in modo naturale, è necessario esporsi al sole per favorirne la produzione da parte del nostro organismo.

Ma si trovano in commercio anche degli specifici integratori a base di vitamina D da consumare sotto indicazione medica, che si confermano utili per proteggere le ossa.

Oltre alle vitamine sono preziosi per proteggere le ossa anche gli acidi grassi tra cui gli Omega-3 che permettono alle ossa, in caso di riassorbimento, di rigenerarsi.

Nel caso in cui il riassorbimento osseo supera la ricostruzione, la massa ossea va incontro ad un processo di deterioramento che espone ad osteoporosi.

Gli acidi grassi Omega-3 sono degli alleati indispensabile per la salute del tessuto osseo: contrastano la diminuzione della densità delle ossa, migliorano la struttura delle ossa, limitano la perdita di ossa.

Diversi studi hanno dimostrato che il consumo di olio di pesce come supplemento alimentare è utile per prevenire lo sviluppo dell’osteoporosi, soprattutto nelle donne in menopausa.

Si raccomanda anche il consumo di alcuni acidi grassi Omega-6 che favoriscono il riassorbimento osseo, e per questo sono di grande aiuto per prevenire e trattare l’osteoporosi.

Tra le principali fonti di Omega-6 si devono segnalare i semi oleosi, il germe di cereali, i legumi ed i pseudo cereali.

La giusta combinazione tra oli Omega-3 ed Omega-6 gioca un efficace ruolo protettivo sulle ossa, dal momento che così si evita che perdano massa con l’avanzare degli anni.

Advertisement

Per approfondimenti:

 

Advertisement
Condividi: